Sistema rateale, segno ultimo dell’irresponsabilità umana

Per assecondare i ritmi dettati dall’ingorda società dei consumi, a forza di vivere nei limiti dei propri mezzi, intere generazioni hanno finito per vivere al di sotto delle loro possibilità.

di Maurizio Fiumara
________________________________________________________

Alan Mc Donald, Messenger, 2006, olio su lino, cm 152 x 203.

In una sola generazione sono svaniti il concetto di patrimonio e quello di capitale fisso. Fino a qualche generazione fa gli oggetti, una volta acquisiti, lo erano fino in fondo: proprietà che materializzava un lavoro compiuto. Non è lontano il periodo in cui l’acquisto di una sala da pranzo o di un’automobile erano il coronamento di un lungo sforzo economico. Nella più mediocre logica cartesiana e morale, il lavoro precede sempre il frutto del lavoro, come la causa precede l’effetto. Si lavora sognando di comprare secondo le norme puritane dello sforzo e della successiva ricompensa, attribuendo all’oggetto liberazione dal passato e sicurezza per il futuro. Un capitale, insomma.

Continua a leggere

Annunci